“Vedere la bellezza in un fiore può, anche se brevemente, risvegliare gli umani alla bellezza perché questa è una parte essenziale del loro più profondo essere, della loro vera natura. L’iniziale riconoscimento della bellezza è stato uno degli eventi più significativi nell’evoluzione della coscienza umana. I sentimenti di gioia e dia amore sono intrinsecamente connessi con quel riconoscimento. Senza che ce ne rendessimo completamente conto, i fiori sarebbero diventati per noi un’espressione della forma di ciò che è di più alto e più sacro, in definitiva di una non-forma dentro di noi. I fiori, più fragili, più eterei e più delicati delle piante dalle quali spuntano, sarebbero diventati quasi dei messaggeri di un altro regno; quasi un ponte fra il mondo della forma e quello della non-forma. Non solamente avevano un’aroma soave e piacevole per gli umani ma avevano in sé anche una fragranza del mondo dello spirito. Usando la parola “illuminazione” in un senso più ampio dei quello convenzionalmente accettato, potremmo vedere i fiori come l’illuminazione delle piante.” – Eckhart Tolle, Un nuovo mondo, 2005

Il video Quando vidi il fiore è stato realizzato da Mya Lurgo nel 2013. Dell’artista è anche la traccia musicale in sottofondo che accompagna i podcast sull’ARTE DELLO SPIRITO.