Seleziona una pagina

Biografia

“All’Immateriale dedico tutto!”

Maria Grazia Lurgo, in arte Mya Lurgo, nasce a Bordighera (IM, Italia) il 30 maggio 1971, da oltre vent’anni è operativa in Svizzera. L’espressione artistica è fin dall’infanzia una via di ricerca e ritrovamento. Il percorso di studi non è accademico. Interesse primario dell’artista è lo studio di testi esoterici e la traslazione in opera dei contenuti. Tale ricerca nasce ispirata all’Immateriale di Yves Klein e all’Ordine Rosacrociano, per articolarsi successivamente in una propria essenziale visione chiamata acentrismo. 
L’acentrismo e la conseguente arte acentrica si propongono la riduzione ai minimi termini della componente egocentrica, egoista, egotista dell’esistenza e il relativo corredo di condizionamenti acquisiti, per poter sviluppare un habitat mentale ed emotivo sempre più neutrale e privo di “ismi” accentratori, al fine di permettere la trasmissione dello spirituale nell’arte: ideale significante per l’espressione artistica di Mya Lurgo. La ricerca è la parte essenziale del suo essere artista e la techné acentrica è il modus operandi per addentrarsi in una creatività senza circonferenze.

Pubblicazioni

Mya Lurgo, Acentrismo: dal sogno dell’ego alla divina realtà. Manifesto d’arte e spiritualità senza circonferenze, Bellati Editore, 2007

Mya Lurgo, L’Immateriale di Yves Klein incontra l’acentrimo, e-book, prima edizione 2016. Seconda edizione 2018.

Le poesie di Mya Lurgo sono pubblicate sul sito:

Esibizioni

PDF

2018

Wunderkammer 2, 1st Class Artery di Nellimya Arthouse, c/o Suitenhotel Parco Paradiso, Lugano

2017

Wunderkammer 1, 1st Class Artery di Nellimya Arthouse, c/o Kurhaus Cademario Hotel & Spa, Cademario

2016

• Letter to Clara Maffei, Verdi OFF Festival, Parma
• Acca Atelier 2016, L’artista con lo studio intorno, c/o Luisa Valentini Atelier, Torino
• PauraAutocensura, Essere donna senza frontiere, Con_Vivere Carrara Festival, Carrara
• CosmoMania, List í Ljósi Festival, a cura di Celia Harrison e Sesselja Jónasardóttir, Seydisfjordur, Iceland

2015
• OtherFrame, Video Art Festival, a cura di Luigi Boccadamo e Dario Cogliati, Matteo Emery e Mya Lurgo, In statu nascenti, Lugano
• Selezione Amsterdam Light Festival con Like circles in the water, Amsterdam
• Selezione minus2 degree, con Global melt between the lines #ClimateRemoteControll, Salzburg
• Esposizione digitale, Imago Revolutionwww.imagorevolution.info
• Esposizione digitale, Out of the Blue_NETWORK: Thank U-Turnwww.myalurgo.ch

• Esposizione digitale, Out of the Blue_NETWORK: E.X.P.O Emanciparsi X Pranica Opportunitàwww.myalurgo.ch

2013
• Mya Lurgo, Enlightening Area, installazione al Parco Tassino di Lugano
• Collettiva Lightness, a cura di Paola Ubiali, c/o Galleria Marelia, Bergamo
• Bipersonale LIGHTING_Days con Ela Franscella in arte Elfa nel Sacral, c/ o Nellimya: light art exhibition, Lugano

2012
• Creative Cities Collection Fine Arts Exhibition, c/o Barbican Center, London
• Biennale d’arte di Ferrara: New code, Ferrara
• In statu nascenti, Lugano Urban Art Festival, Mya Lurgo e Matteo Emery, Lugano

2011
• Bipersonale di Federica Gonnelli e Mya Lurgo, Acuto – Grave: mettere in armonia il discorde, a cura di Martina Cavallarin, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Bipersonale Israel Day in Ticino – Challenges and Hopes, 26.05.2011, c/o Palazzo dei Congressi, Lugano

2010
• Personale Luce e Oltre… a cura di Cristina Trivellin, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano

2009
• Collettiva Il Credente e il Mutante: omaggio a Yves Klein, a cura di Cristina Trivellin, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva Pinocchio e il Peccato Originale, a cura di Cristina Trivellin, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva Lentissima-Mente fino allo Zero, a cura di Anna Caterina Bellati, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano

2008
• Collettiva A.N.G.E.L.I e Tracce d’Infinito, a cura di Cristina Trivellin, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano

• Collettiva Sognando la Realtà, a cura di Dalmazio Ambrosioni, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva Incisioni e vibrazioni, a cura di Igor Zanti, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva E®GO Iperbolico, a cura di Luciano Ghersi, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Open XI, Mostra Internazionale, Venezia
• Collettiva À travers l’Immateriel – omaggio a Yves Klein, a cura di Anna Caterina Bellati, c/o la Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva Corpi: involucri di carne, luce e pensiero, a cura di Anna Caterina Bellati, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano

2007
• Personale Come un battito d’ali, a cura di Anna Caterina Bellati, c/o Mya Lurgo Gallery, Lugano

• Collettiva Siamo Vasi Comunicanti, a cura di Anna Caterina Bellati, c/o la Mya Lurgo Gallery, Lugano
• Collettiva Frames, a cura di Alessandro Sgarito, c/o Galleria ZeroUno, Barletta
• Collettiva The DreamExtasy-On, a cura di Dores Sacquegna c/o Primo Piano LivingGallery, Lecce
• Partecipazione al progetto Camera 312 PRO-Memoria per Pierre (Restany), a cura di Ruggero Maggi, 52. Biennale d’arte di Venezia
• Collettiva ARENA PO VideoArt, a cura di Milan Art Center, Pavia
• Evento ARTour – O Firenze

2006
• Shanghai Art Fair, c/o Museum of the Americas, Doral, FL-USA
• Collettiva a tema: TRAVESTIMENTI, Palazzo del Parco, Bordighera

• KunstArt, Fiera Bolzano
• Mail art Project, I’ve lost Lilly’s picture, c/o Florean Museum, Romania

• Sessione improvvisata di pittura, Museo della Carale d’Ivrea

2005 – 2004
• Performance Red Impluse per il Dicastero Giovani ed Eventi, Lugano

• Personale Atmo-sfera, c/o Artville, Lugano

2003
• Bipersonale Mya Lurgo e Giulia Robbiani, Tra fili di luce, c/o ArtVille, Lugano
• Personale c/o Olivella, Morcote

• Personale, c/o Kursaal, Lugano

2002
• Personale c/o galleria La Telaccia d’oro, Torino

1999 – 2001
• Personale Save the Planet, c/o Kursaal, Lugano
• Personale c/o Bilderhus, Sisikon
• Personale c/o assicurazioni e banche private

1998
• Personale c/o l’Unione di Banche Svizzere, Lugano

1997
• Bi-personale c/o Galleria La Fenice, Lugano

Mya Lurgo

acentricatelier
via Ur Stradón 11
CH–6994 Aranno, Svizzera
myalurgo@gmail.com
+41 79 626 70 38